Vince chi si differenzia, anche nel trasloco Internazionale – La scatola che parla

Un libro molto interessante che ti consiglio di leggere è“La mucca viola” di Seth Godin. Questo libro basa la sua trama su una semplice constatazione:

Viviamo in un mondo in cui tutte le aziende sono uguali, propongono gli stessi servizi, fanno le stesse cose, creano valore in modo identico. Viviamo in un mondo “marrone”, è necessario farsi notare per emergere dalla massa, è necessario diventare “viola”. Da qui il titolo “La mucca viola”.

Ma su cosa si basa la differenziazione? Su quali pilastri poggia? Come fa un’azienda a diventare viola?

Cerco di spiegartelo attraverso un modello di facile comprensione.

Possiamo immaginare la differenziazione come una somma tra valore generato al cliente e servizi accessori, il risultato è lo sviluppo della Marca, la quale rimane impressa nella mente del consumatore. Abbiamo quindi:

  1. Valore generato al cliente;
  2. Servizi accessori offerti al cliente;
  3. Sviluppo della Marca (Branding).

vince-chi-si-differenzia

Valore generato al cliente

Nella sua evoluzione,  il mercato ha assunto diverse configurazioni interessanti:

  1. Orientamento alla produzione, tipico del Taylor- Fordismo. Caratterizzato da alti volumi di produzione e una grande domanda;
  2. Orientamento al mercato, il periodo nel quale la domanda è diventata inferiore all’offerta (per via della saturazione del mercato), ritenendo necessarie logiche come il Just In Time;
  3. Orientamento al cliente ovvero la fase nella quale ci troviamo. È caratterizzata da una crescente presa di posizione della domanda, la quale non vuole più subire passivamente il Brand ma vuole essere raccontata, sedotta e sorpresa. Soprattutto richiede sempre più soluzioni che la rendano al centro delle logiche d’impresa e che offrano un prodotto o servizio a lei dedicati… WOW.

Servizi Accessori offerti al cliente

L’unico modo in cui l’impresa può reagire in questa rivoluzione customer oriented  è quella di offrire dei servizi o prodotti che siano su misura per il cliente. L’impresa che vuole differenziarsi sa proporre servizi accessori esclusivi. Nel caso dei traslochi internazionali possiamo fare riferimento ad un servizio di spedizione fatto a posta per il cliente,  un portale dove dargli delle informazioni utili, un sito chiaro, una comunicazione continua e tempestiva con un operatore personale, una scatola del trasloco che gli sia d’aiuto concreto, su questo ultimo punto torniamo tra poco, non mollare.

Sviluppo della Marca

Il brand management è l’applicazione delle tecniche di marketing a uno specifico prodotto (servizio), linea di prodotto o marca (brand). L’ obiettivo è quello di aumentare il valore che il cliente percepisce da una marca e di riflesso la brand Equity ovvero il patrimonio di marca, in soldoni… il suo appeal agli occhi del cliente. Possiamo immaginarlo come un accordo tacito tra azienda e cliente: se il servizio/prodotto dell’azienda è di qualità, produce valore ed è  quindi distintivo, allora la marca verrà ricordata e le verranno associate caratteristiche positive.

 La scatola che parla…

scatola tagliataIn Bliss Moving & Logistics cerchiamo di fare costantemente la differenza con i nostri clienti. Dal primo contatto telefonico, al servizio, alla comunicazione sui social. Voglio però proporti un “banale” (nemmeno troppo) esempio, per farti capire che è possibile fare la differenza anche nelle piccole cose…

Ti presento la scatola di Bliss… la scatola che parla!!

Bella vero?

In questo piccolo esempio possiamo trovare tutti i tre principi di cui ti parlavo sopra, esaminiamoli insieme.

  • Focalizzazione al cliente: Ovviamente “scatola che parla” si riferisce principalmente alla scritta posta verso l’alto, la quale viene letta dal nostro operatore durante il trasloco “Maneggiare con cura, parte della mia vita è qua dentro”(foto in basso);
  • Servizi accessori:  Ma è una  “scatola che parla” perché fornisce delle indicazioni utili non solo al personale ma anche al cliente. Come puoi vedere nella 2° foto  questa parte della scatola è fatta in modo che si possa capire facilmente da dove vengono presi gli oggetti durante il trasloco per riporli esattamente nella nuova stanza di destinazione;
  • Sviluppo della marca: E qui arriviamo all’ultima foto, logo visibile, contatti e informazioni circa la nostra identità. Se tutti i principi precedenti sono stati applicati bene, quello che arriva al cliente è una differenziazione non meramente “commerciale” ma carica di valori, esperienze e cura che l’azienda ha saputo dargli, perché alla fine di tutto vale sempre una delle frasi più celebri mai dette nella storia del business:

“Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa. Andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso: questo è quello che mi interessa.” Steve Jobs.

Scarica ORA l'ebook gratuito "I 13 Errori da Evitare in fase di Startup"

Riceverai altri contenuti esclusivi per ottimizzare la tua azienda e diventare un imprenditore seriale!

Scarica ORA l'ebook gratuito "I 13 Errori da Evitare in fase di Startup"

Riceverai altri contenuti esclusivi per ottimizzare la tua azienda e diventare un imprenditore seriale!

Leave a Reply

Scarica ORA l'ebook gratuito "I 13 Errori da Evitare in fase di Startup"